lunedì 8 giugno 2015

Intanto da Roma arriva un messaggio...

È  nonno Mario:
Papa' Filippo in aeroporto
in attesa di vederci andar via...


ed era quello giusto... ripreso al decollo con venti minuti di ritardo...
Poi, soli soli, con qualche lacrima ce ne siamo andati...
Quindici giorni passano subito Gloria!
Datti da fare.. è  il nostro patto!"

Chi può sapere del sacrificio 
se non gli è  trapassato nella carne?
Chi può sapere del dolore 
se non ha subito colpi?




Ma chi può togliere l'amore a chi l'ha conosciuto?
Non si puo' vietare, non si puo' rubare, non si puo' impedire...
Filippo, Sophia, Gloria, Christopher... quando ci riuniremo non saremo più la stessa cosa: saremo cresciuti, magari un po' cambiati, io dico migliorati!
Senz'altro più forti ... e senza dubbio più innamorati.



Nessun commento: