lunedì 1 dicembre 2008

...INTANTO PAPA' COMBINA GUAI


CHI HA MAI VISTO UN UOMO GIRARE PER LE STRADE DI NEW YORK CON UN CARRELLO DELLA SPESA?
Filippo c'è riuscito!!!
Bloccati a casa, il tempo per fare la spesa è minimo, così a parte il pane e il latte la dispensa chiedeva rifornimento già da un po'.
Ho preparato una lista di generi alimentari da acquistare e soprattutto di taniche di acqua e, approfittando della presenza dei terapisti in casa e del tanto utilizzato "home delivery", ossia consegna a domicilio che qui in America è la normalità, ho aggiunto a fine lista la richiesta del servizio in inglese così che Filippo potesse richiederlo.
Biglietto in tasca e passo deciso, Filippo parte ancora una volta all'avventura. Io orgogliosa di quest'uomo tutto fare ... dopo un po' inizio a tenere sott'occhio l'orologio.
Forse avevo previsto male, perchè Filippo stava impiegando un po' troppo tempo e penso di non aver bene calcolato le distanze, così, dopo quasi tre ore sento il campanello suonare.
Corro ad aprire e trovo Filippo in un bagno di sudore, al 6° piano di un grattacielo con dietro tutto il carrello della spesa con ruote difettose che poco girano sull'asfalto e la moquette dei pavimenti!
Chi indovina cosa è successo?
... alla prossima avventura di papà Filippo.

Nessun commento: