domenica 28 settembre 2008

NEW YORK

28 SETTEMBRE 2008

Siamo arrivati a New York!!!

Il fuso orario ci ha distrutto: abbiamo dormito di giorno e abbiamo giocato di notte!!

Il cibo è carissimo e non abbiamo ancora ritrovato i sapori di casa nonostante gli shops siano aperti 24 ore al giorno 7 giorni su 7.

Siamo sulla first avenue 33th street, nel cuore di Manhattan, di fronte ad uno dei tanti grattacieli del NY Medical Center. Quando ci affacciamo, sembra di vivere in un film: ci sono tantissime guardie ferme per ore in mezzo ad ogni incrocio stradale; le auto sono grandissime e molte piene di lucine, gli autisti hanno la mano facile sul clacson e con loro si fonde il suono delle sirene delle ambulanze e dei vigili del fuoco che vanno e vengono in continuazione.

Le strade sono invase da milioni di taxi gialli ed il traffico non cessa mai, giorno e notte, tranne che dalle ore 5.00 alle ore 7.00 della mattina dove tutto sembra più calmo.

Il tempo è umido, piovigginoso, ma molti newyorkesi girano in infradito, shorts e maniche corte....e continuano a fare jogging!

Poi, calata la sera, iniziano a salire dai tombini milioni di fumi, mentre noi continuiamo a guardare dalla finestra del nostro appartamento l'east river con i tanti battelli, moto d'acqua e barconi turistici che lo navigano e le tantissime luci che rimangono accese sui piani di ogni grattacielo.

Con noi altri nove piccoli italiani in cura presso il Medical Center: non li abbiamo ancora conosciuti, ma come noi, in lista verso la libertà.

Grazie infinite a quanti stanno rendendo possibile a Gloria e Sophia la possibilità di curarsi.

Nessun commento: